Una gita a Ferrara per scoprire arte, storia, musica e buona tavola -Alberghi in Italia

Ferrara

La città di Ferrara, con con il suo impianto urbanistico del XIV secolo risalente al periodo del governo della famiglia gli Este, è stata proclamata dall'UNESCO Patrimonio Mondiale dell'Umanità.

Ferrara fu un importante centro umanistico e la sua corte estense ospitò grandi poeti come Matteo Maria Boiardo, Ludovico Ariosto e Torquato Tasso, nonché grandi pittori del calibro di Andrea Mantegna, Giovanni Bellini, Cosmè Tura, Francesco del Cossa, Garofalo, Tiziano, Scarsellino.

La Pinacoteca Nazionale, ospitata all'interno del rinascimentale Palazzo dei Diamanti, raccoglie molte opere di questi artisti ed ogni anno ospita al suo interno prestigiose esposizioni temporanee d'arte. Il centro storico di Ferrara si sviluppa attorno alla Cattedrale, costruzione che fonde armoniosamente lo stile romanico con lo stile gotico. La Cattedrale è stata eretta a partire dal XII secolo e la facciata, in marmo bianco, grigio e rosa, porta un magnifico Giudizio Universale opera di uno scultore ignoto; l'interno è riccamente decorato con statue ed affreschi di Benvenuto Tisi da Garofalo, del Guercino e di Bastianino. Sulla fiancata destra della Cattedrale si erge l'imponente campanile rinascimentale in marmo bianco e rosa, opera (incompiuta) attribuita a Leon Battista Alberti.

Il simbolo indiscusso della città è il Castello Estense, fortezza militare eretta per ordine di Niccolò II d'Este nel 1385. Il Castello è suggestivo ed imponente, è circondato da un profondo fossato con ponti levatoi e sottili feritoie, ed è l'unico castello Europeo che ancora oggi presenta un fossato colmo d'acqua.

All'interno della Biblioteca Comunale Ariostea di Palazzo Paradiso, è conservata la più completa raccolta di edizioni dell'Orlando Furioso, il tutto completato da alcune lettere di Torquato Tasso e dalla Bibbia appartenuta al frate domenicano Girolamo Savonarola, religioso, politico ed illustre letterato. Al piano nobile della biblioteca, dove è situato il monumento funebre di Ludovico Ariosto, si svolgono periodicamente mostre bibliografiche.

Il territorio fuori dalla città di Ferrara offre uno dei panorami più suggestivi della campagna italiana: il Parco Regionale del Po. Questo parco, istituito nel 1988 è il più esteso tra i Parchi e le Riserve Regionali d'Italia ed offre al visitatore uno spettacolo affascinante con una ricca e variegata fauna (più di 400 specie di uccelli, anfibi, rettili e mammiferi) ed oltre 1000 specie di piante. Per chi invece ama i piaceri della tavola, il territorio ferrarese offre tre itinerari eno-gastronomici, le "Strade dei Vini e dei Sapori". Questi percorsi conducono il ghiotto visitatore attraverso aziende agricole, cantine, ristoranti, agriturismi e locande dove sarà possibile assaporare i prodotti tipici della zona: salumi, pane ferrarese, anguilla marinata, vini, pasta fresca ripiena ed il dolce Pampepato.

Elemento integrante dell'atmosfera allegra della città di Ferrara sono le manifestazioni folcloristiche e culturali che animano le estati, prima fra tutte il Palio, che è il più antico del mondo. Questa antica manifestazione venne istituita dal Comune di Ferrara nel 1279 e da allora fu corso quasi ininterrottamente fino al 1860; attualmente si disputa una volta all'anno, l'ultima domenica di maggio, mentre il sabato precedente si svolge il Corteo Storico che, con oltre 1000 figuranti in costume rinascimentale, sfila per le strade del centro sino a raggiungere il Castello Estense.

Molto più recente è il Ferrara Buskers Festival, rassegna internazionale non competitiva dei migliori musicisti di strada: ogni anno, l'ultima settimana di agosto, artisti e musicisti provenienti da oltre 25 nazioni si esibiscono nelle vie e nelle strade dello splendido centro storico che, durante questa manifestazione, ad ogni angolo svela inedite atmosfere.

Diverse sono le occasioni di divertimento anche in provincia: una delle più celebri manifestazioni è il Carnevale di Cento, già festeggiato nel 1600 e portato alla notorietà grazie anche al gemellaggio con Carnevale di Rio de Janeiro: il programma prevede la sfilata per il centro cittadino di enormi carri di cartapesta, cortei in maschera, artisti di strada, ballerine di samba dal Brasile e per finire in bellezza, spettacolari fuochi d'artificio.

© 2006 - 2019 Supero Ltd all rights reserved.